MENU

Views: 910 concerti

CICLO BACH, BARTÓK, JANÁČEK, SCHUMANN III | SIR ANDRÁS SCHIFF

Quartetto_Milano_Andràs_ IMG_7227 c Joanna Berginquartetto_milano_acquistaonlinebott
quartetto_milano_stagione_icona quartetto_milano_pianisti_icona MARTEDÌ 9 MAGGIO 2017, ore 20.30 Conservatorio “G.Verdi”

Sir András Schiff pianoforte

Ciclo Bach, Bartók, Janáček, Schumann III

Bach – Capriccio sopra la lontananza del suo fratello dilettissimo BWV 992
Bartók – Danze in ritmo bulgaro da “Mikrokosmos” Sz 107 n. 1-3
Bach – Duetti n. 1 e 2 BWV 802 e 803
Bartók – Danze in ritmo bulgaro da “Mikrokosmos” Sz 107 n. 4-6
Bach – Duetti n. 3 e 4 BWV 804 e 805
Bartók – Sonata (1926) Sz 80
Janáček – Nella nebbia
Schumann – Fantasia in do maggiore op. 17

Il raffinato progetto di Schiff per il Quartetto si conclude con una nuova faccia del dialogo a distanza tra la musica di Bach e il mondo di Bartók, profondamente influenzato dalle ricerche sulla musica contadina dei popoli dell’area balcanica. I rigorosi processi contrappuntistici dei Quattro duetti di Bach rispecchiano inoltre l’inclinazione di Bartók per le complesse forme racchiuse nei fenomeni della natura, che il musicista studiava con la medesima analitica passione riversata nelle ricerche etnomusicologiche. In maniera analoga, il confronto parallelo tra i pochi lavori pianistici di Janáček e la musica di Schumann si conclude con un altro esempio emblematico dell’originale impressionismo emotivo del musicista moravo, la suite Nella nebbia. Il carattere onirico di Janáček rivela un’imprevedibile consonanza con il febbrile mondo poetico di Schumann, sempre teso a trovare una sintesi in grado di acquietare le convulse aspirazioni della sua mente in perenne fermento. La Fantasia op. 17, scritta allo scopo di raccogliere fondi per edificare un monumento a Beethoven, in origine avrebbe dovuto intitolarsi Rovine, Arco di trionfo e Costellazioni.

SCARICA IL PROGRAMMA DI SALA

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.