MENU

Views: 113 news

Lunedì 11 settembre – Teatro alla Scala | Staatskapelle di Dresda

quartetto_milano_Christian Thielemann am Pult der Sächsischen Staatskapelle Dresden © Matthias Creutziger

Teatro alla Scala – lunedì 11 settembre | Sächsische Staatskapelle Dresden  

Lunedì 11 settembre il Teatro alla Scala ospiterà l’unica tappa italiana della tournée europea della Sächsische Staatskapelle Dresden, guidata dal suo direttore principale Christian Thielemann con Rudolf Buchbinder solista al pianoforte.
In programma, il Concerto n.1 per pianoforte e orchestra op. 15 di Ludwig van Beethoven e la Sinfonia n.1 in do minore di Anton Bruckner.

La Staatskapelle di Dresda è con buona probabilità la più antica orchestra esistente al mondo e senza dubbio nel novero delle più prestigiose. Con origini che risalgono fino al 1548, la sua storia è intrecciata alle glorie e alle avversità della città di Dresda, prima “Firenze del Nord” e poi simbolo del dramma della guerra mondiale e della Germania divisa. Nei secoli, si è rafforzata una tradizione basata innanzitutto sulla qualità eccelsa degli strumentisti che hanno fatto dell’orchestra sassone lo strumento prediletto di compositori quali Schumann, Weber, Liszt, Wagner e soprattutto Richard Strauss.

Per questa prestigiosa compagine si tratta di un atteso ritorno alla Scala a quattro anni dal memorabile concerto mahleriano diretto da Myung Whun-Chung nel 2013.

Christian Thielemann è dal 2012 custode di questo straordinario patrimonio musicale, succedendo a nomi quali Karl Böhm, Rudolf Kempe, Fritz Reiner, Joseph Keilberth, Giuseppe Sinopoli, Bernard Haitink e Fabio Luisi. Cresciuto fin dall’età di 19 anni all’ombra del gigante Herbert von Karajan, Thielemann è considerato oggi come il più rappresentativo direttore d’orchestra tedesco, grande tradizionalista e alfiere beethoveniano e wagneriano (ad hoc per lui è stata creata la posizione di Musikdirektor del Festival di Bayreuth). Assieme alla Staatskapelle Dresden, Thielemann è da alcuni anni anche protagonista del Festival di Pasqua di Salisburgo, che ha scelto questa coppia vincente per colmare il vuoto lasciato dai Berliner Philharmoniker dopo quasi cinquant’anni.

Oggi Thielemann seleziona in maniera molto accurata le sue esecuzioni, lasciando sempre il segno. Alla Scala ha diretto solo tre programmi in oltre trent’anni, l’ultimo nel 2008 per la Croce Rossa. Il suo è dunque un ritorno molto atteso.

Biglietti da 9 a 121 euro più prevendita in vendita online e in Biglietteria Centrale.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.teatroallascala.org/it/index.html 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.