MENU

Views: 3374 concerti, CONCERTI E ATTIVITÀ, Intera stagione, MUSICA DA CAMERA, STAGIONE IN ABBONAMENTO

THE KING’S SINGERS | GOLD. GREAT MUSIC MUST SHINE

Programma di sala

quartetto_milano_stagione_icona quartetto_milano_musica_da_camera_iconaMARTEDÌ 13 NOVEMBRE 2018, ore 20.30 – Conservatorio “G. Verdi”

The King’s Singers
Gold. Great music must shine
Un ricco itinerario musicale per celebrare i 50 anni dei King’s Singers

Henry Ley – The Prayer of King Henry VI
Bob Chilcott – Oculi omnium
Juan Vasquez – Lagrimas de mi Consuelo
Orlando di Lasso – Dessus le marché d’Arras
Richard Rodney Bennet – The seasons of his mercies
Georges Auric – Quand tu dors près de moi (arr. Gordon Langford)
Gabriel Fauré – Le papillon et la fleur (arr. Goff Richards)
Peter Louis Van Dijk – Horizons
Canto tradizionale – Shenandoah (arr. Bob Chilcott)
Canto tradizionale – Lamorna (arr. Goff Richards)
Paul Patterson – Timepiece
Steve Martland – Poor Roger
Nico Muhly – To stand in this house
Songs in close harmony: proposte estemporanee degli esecutori

Gli appuntamenti con i King’s Singers sono sempre una sorpresa, anche per noi del Quartetto che li ascoltiamo regolarmente, fin dal 1976. Fondati nel 1968 da sei studenti del King’s College di Cambridge, in breve sono diventati uno dei più popolari gruppi “a cappella” prima in Gran Bretagna e poi nel mondo. Con un repertorio sterminato che copre sei secoli di musica dal medioevo a quella di oggigiorno, si sono esibiti nelle maggiori sale da concerto e in cattedrali di tutto il mondo.
Ne conosciamo bene il format di programma: autori antichi (meglio se italo-inglesi) mescolati a moderni (qui soprattutto inglesi), riferiti a stagioni (Natale e Pasqua, autunno e inverno) e contaminati alla fine in chiave divertita e improvvisatoria con intrusioni pop-rock. È e rimane una formula vincente, che ha consentito al complesso inglese un’unità di stile e d’intenti rimasta inalterata pur negli inevitabili avvicendamenti generazionali.

CONCERTI IN ARCHIVIO

 

Comments are closed.