MENU

Views: 201 news

Vincitore Premio Dragoni 2017 – Riccardo Zangirolami

quartetto_milano_Zangirolami_DSC3292-2PREMIO DRAGONI 2017

Il pianista Riccardo Zangirolami 
è il vincitore dei vincitori
del Concorso del Conservatorio 2016

Riccardo Zangirolami, 16 anni e una lunga lista di premi vinti ai Concorsi nazionali e  internazionali per talenti del pianoforte, si è aggiudicato il Premio Dragoni a Casa Verdi.
La giuria degli anziani Ospiti (3 cantanti d’opera, due pianisti, 2 violinisti) lo ha ieri proclamato vincitore a conclusione della prima edizione della rassegna di concerti che ha messo in competizione i 26 vincitori del Premio del Conservatorio 2016 tra febbraio e novembre nel salone d’onore di Casa Verdi.

Il giovane pianista, classe 2001, ha il diploma di composizione come prossimo obiettivo per il quale sta già preparandosi. Ama il cinema (Steven Spielberg su tutti), la montagna, fare footing, il jazz tradizionale (Oscar Peterson, Bill Evans, Ella Fitzgerald), il funk (Hearth, Wind and Fire) e nel soul Stevie Wonder.
E’ figlio di due musicisti: la mamma suona il basso elettrico in una band di grande successo, con numerose produzioni e collaborazioni anche in campo internazionale (Sting e Billy Preston tra gli altri); il papà ha studiato organo, è un noto produttore, musicista, arrangiatore.

Riccardo Zangirolami nel 2012 è ammesso al Conservatorio di Milano nella  classe di Vincenzo Balzani e vince il 1° premio al Concorso Pianistico Carlo Vidusso.
Nel 2013 partecipa al concorso “Piano Talents with orchestra” vincendo il primo premio assoluto  con il Concerto K 503 di W.A. Mozart e replica il successo l’anno successivo suonando il concerto n. 2 di Fryderyk Chopin; nel 2014 e 2015  partecipa al concorso nazionale Civica Scuola di Musica di Milano vincendo entrambe le volte il 1° premio della sua categoria e il 1° premio assoluto. In seguito vince il 1° premio assoluto ex-aequo al Concorso Internazionale Tadini di Lovere. Si aggiudica due premi speciali con borse di studio al Concorso Internazionale di Cantù nel 2016 e la vittoria al Pianotalents International Piano Competition. E’ di pochi mesi fa il 1° premio al “New York Piano Festival and Competition” con anche il premio speciale “Virtuoso Performance” ” e l’esibizione nella prestigiosa Carnegie Hall.

A Casa Verdi ha eseguito:
Rachmaninov – Preludio in si bemolle maggiore op. 23 n. 2
– Preludio in re maggiore op. 23 n. 4
– Preludio in sol minore op. 23 n. 5
– Preludio in si minore op. 32 n. 10
Brahms – Variazioni su un tema di Paganini op. 35, vol. II
Balakirev – Islamey
Liszt – Studio n. 3 in sol diesis minore S 141 “La Campanella”
– Consolazione n. 3 in re bemolle maggiore S 172

 

La premiazione e il concerto del vincitore si terranno a Casa Verdi il 4 febbraio 2018 in occasione dell’inaugurazione del ciclo di concerti domenicali che si aggiungeranno a quelli di giovedì.

Anche la seconda edizione della rassegna offrirà l’occasione per il Concorso che coinvolge gli Ospiti della Casa: i giovani esecutori – tra i 13 e i 25 anni – vincitori del Premio del Conservatorio 2017 concorreranno al Premio Sergio Dragoni 2018 (1.000 euro e un concerto organizzato dal Quartetto) e il vincitore tra i vincitori verrà designato dalla giuria formata dagli Ospiti della Casa, tutti musicisti.
Il premio è dedicato a Sergio Dragoni, che a metà del secolo scorso è stato Presidente del Conservatorio, alto esponente del Quartetto e benefattore di Casa Verdi.

Biglietti: 2 €

La giuria degli Ospiti di Casa Verdi  era così composta:

– ADELE BONAY, contralto, docente al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano (per i primi 6 concerti)
– GIOJOLA PARENTI, arpista, docente al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano (ha sostituito Adele Bonay nei concerti successivi)
– BISSY ROMAN, pianista, insegnante di arte scenica alla Julliard School di New York e regista teatrale
– RENATO PERVERSI, violista, Orchestra del Teatro alla Scala, docente al Conservatorio di Alessandria
– MIRELLA CIANCETTA, violinista, Orchestra del Teatro Regio di Torino
– ANGELO LOFORESE, tenore, docente al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano
– CHITOSE MATSUMOTO, soprano e pianista
– LUCIANA LARGURA, pianista e docente di Pianoforte

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.